Come funziona

Selezioni offerte lavoro munamundis

 

Come funziona Mundamundis? Quali sono le fasi del processo di selezione?

Mundamundis può essere utilizzato da persone e aziende senza alcun costo, senza barriere di ingresso e, inizialmente, senza registrazione. Questa viene richiesta solo quando chi effettua una ricerca di lavoro o di lavoratori decida di approfondire i risultati e richiedere un “abbinamento”. 

 

Il  processo di selezione su Mundamundis avviene in tre momenti:  

 

1) Richiesta di abbinamento tra azienda e persona in cerca di lavoro. 

Un abbinamento può essere fatto direttamente nel sistema sia da una persona in cerca di lavoro che da un’azienda in cerca di lavoratori. Il concetto di “abbinamento” è la chiave del sistema Mundamundis. Consiste nell’indicazione di interesse che una persona fa per un’offerta di lavoro o che un’azienda fa per un lavoratore. In entrambi i casi, la persona e l’azienda non conoscono la controparte.

L’abbinamento corrisponde ad una richiesta di candidatura, che verrà ricevuta dall’Agenzia che ha in gestione il lavoratore o l’impresa. Nel caso entrambi si siano iscritti direttamente al sito, senza passare dagli sportelli territoriali di una di queste agenzie, la richiesta verrà inoltrata all’Agenzia territorialmente competente in base alla sede del lavoro offerto.

L’abbinamento può essere effettuato attraverso il sistema gestionale anche dall’Agenzia presso cui si sono rivolti i lavoratori (ad es. in seguito alla richiesta di pratiche presso un patronato), oppure le aziende. In questo caso è l’operatore dell’agenzia che, cercando la soluzione migliore per i suoi assistiti, può individuare un abbinamento e salvarlo come potenziale candidatura.

Fino a questo punto, è bene ricordarlo, tutte le informazioni sono rese anonime sia per i lavoratori che per le aziende. Entrambi sanno di aver fatto (o di essere stati proposti per) un abbinamento, ma non possono sapere con chi. 

 

2) Candidatura e certificazione dei requisiti

Fra tutti gli abbinamenti esistenti, è l’operatore dell’APL a decidere quali profili verranno presentati all’azienda che offre lavoro.  

Questa è la fase in cui avviene la selezione vera e propria e può essere fatta partendo dalle indicazioni della compatibilità bilanciata. Per questo è prassi che l’operatore richieda alla persona che vuole candidare per un’offerta le attività per certificare le proprie competenze attraverso la piattaforma: caricamento di certificati, testimonianze, test sulle competenze trasversali. Fra le attività di certificazioni rientrano ovviamente anche i colloqui che l’operatore può richiedere alla persona interessata.

Al termine del processo di selezione, l’Agenzia per il lavoro può presentare uno o più profili all’azienda interessata dopo che questa ha accettato le necessarie autorizzazioni. In questo momento, infatti, per la prima volta l’azienda riceve i dati personali delle persone selezionate e può convocarle per conoscerle e procedere all’assunzione di coloro ai quali è effettivamente interessata. 

 

 

3) Contratto di assunzione

La stipula del contratto avviene tramite un consulente del lavoro o tramite l'Agenzia per il lavoro che è in grado di fornire il supporto necessario. 

Quando l’azienda decide di assumere (in qualsiasi forma) un lavoratore, se l’Agenzia per il Lavoro che ha svolto l’attività di ricerca e selezione agisce anche da Agenzia di intermediazione, questa può fornire all’azienda l’assistenza necessaria per le comunicazioni di legge e per l’avvio delle pratiche per l’ottenimento dei benefici relative alla politiche attive del lavoro, laddove ne sussistano i requisiti.

Nel caso in cui l’Agenzia che ha operato non si occupi dell’intermediazione, sarà di norma il consulente del lavoro dell’azienda, o altro soggetto appositamente incaricato, a fungere da intermediario con l’Ufficio del Lavoro competente.